Gran Sasso – Corno Grande – Spigolo SSE

Ottimo approccio con le pareti del corno Grande,  bellissima via panoramica di difficoltà contenute (massimo IV+), presenti diversi chiodi in via.

La via sale la cresta che da Campo Imperatore appare come uno spartiacque tra versanti Est e Sud.

Materiale

Normale dotazione da alpinismo (NDA). Soste e chiodi in parete. Eventuale martello per ribattere qualche chiodo.

Avvicinamento

Dalla sella di Corno Grande si percorre il sentiero che porta al bivacco Bafile.Superato il sassone e dopo il bivio con la Direttissima si attraversano due ampi canaloni e,prima di un tratto attrezzato che aggira la cresta (dal canale),si sale per ghiaie puntando ad un’evidente rampa,obliqua a dx,che conduce al 1° di due terrazzi sul filo dello spigolo,sopra il primo salto strapiombante. All’attacco è presente uno spit.

Relazione aggiornata in base alla ripetizione in settembre 2010.

Itinerario

Si superano due salti di roccia mantenendosi sull’ampio spigolo(40m , III+). Si prosegue ancora sul filo dello spigolo per un tiro facile,fin sotto il salto del Naso,liscio e strapiombante (40m , II). Ci si sposta a sx in leggera discesa su di una evidente cengia per circa 35 metri e si arriva alla base di un ampio diedro (35m , II , 2 spit in sosta. Risalire il diedro-canale (4 ch.) fino ad una piccola cengia trasversale (30m , IV , 2 Spit in sosta). Si sale a dx per una fessura uscendo in alto a dx (Ch.) fin su di un terrazzo sopra il Naso ( 20m , IV , 2 chiodi in sosta).Seguendo un camino facile per circa 25m e si raggiunge un terrazzo (25m , III-II , 2 Spit in sosta). Dal terrazzo si sale il diedro ben chiodato e si prosegue per placchette (25 m, IV+ , 2Ch. in sosta. Si prosegue per una fessura a sinistra, continuando poi per placca (30m III+). Si continua per placconate sempre sul filo della cresta che diventa via via meno ripido e si raggiunge l’anticima e poi per cresta si raggiunge la vetta(III e II).

Discesa

Si consiglia di scendere a piedi lungo la panoramica via delle creste.

“Scritta da Lorenzo Di Tullio”

+Copia link